Come scegliere le tende

Utili per proteggere la nostra privacy da occhi indiscreti e per riparare gli ambienti della nostra abitazione dai raggi solari, le tende per interni sono un dettaglio della casa che non bisogna mai trascurare.
Scegliere le giuste tende è fondamentale e normalmente è una scelta che poi si rifletterà sul nostro stile e gusto per molto tempo, vanno quindi considerate numerose particolarità. Nello scegliere quella più adatta a voi, dovrete avventurarvi tra numerose tipologie. Troverete tende classiche, tende a pacchetto, tende a rullo, veneziane, tende a pannello e tende da applicare direttamente sull’infisso. Ecco la nostra guida.

Tende per interni classiche

Sono le tende da interni più diffuse. Si tratta di quelle tende montate su un bastone (che può essere fissato a soffitto o a parete) che scorrono con un sistema di anelli senza l’ausilio di componenti meccaniche. Per aprire e chiudere le tende basta quindi accompagnarle con il movimento delle mani oppure utilizzare apposite aste fissate alle estremità del tessuto da tirare opportunamente per posizionare la tenda a proprio piacimento.
Una variante a questa tipologia è quella che sfrutta un sistema di binari e carrucole per facilitare il movimento della tenda. Siete amanti delle tende arricciate sopra? Eleganti e particolarmente indicate per ambienti come il salotto,  utilizzano un sistema a carrucole per mantenere il caratteristico riccio nella parte alta.

 Tende per interni a pacchetto

Sono delle tende molto particolari. Lo scorrimento non avviene infatti lateralmente, bensì verticalmente. Anche queste tende possono essere fissate a parete o a soffitto. Per raccogliere la tenda è sufficiente tirare l’apposita cordicella: in questo modo la tenda si muoverà verso l’alto, ripiegandosi. Accompagnano gli infissi e sono indicate per le stanze poco spaziose.

Tende per interni a rullo

Come lascia intuire il nome stesso, le tende a rullo sono dotate di un rullo sul quale si riavvolgono. Sono generalmente di tessuto pesante o comunque oscurante, alla base del tendaggio hanno una bacchetta di metallo il cui peso consente che il tessuto si dispieghi (o ripieghi) senza grinze.

Veneziane

Nonostante il nome, l’origine di questa tipologie di tende da interni va ricercata in Cina.
Sono costituite da un insieme di lamelle orientabili generalmente di alluminio. Sono molto utili poichè attraverso le diverse inclinazioni delle lamelle consentono di utilizzare in maniera controllata la luce esterna, invece di schermarla completamente.

Tende per interni a pannello

Si tratta di veri e propri pannelli rettangolari di tessuto che scorrono su appositi binari e affiancandosi si uniscono per coprire le aperture. Quando vengono aperti, i pannelli si sovrappongono. Sono particolarmente indicate per le grandi aperture. Il sistema a pannelli consente di affiancare tessuti di differente materiale o colore. Ideali per chi ama giocare con lo stile.

Tende per interni da infisso

Vanno applicate direttamente all’infisso e sono ideali per gli ambienti più piccoli o in cui è necessario rinfrescare i tessuti con maggiore frequenza. Si possono ancorare all’infisso in prossimità del vetro attraverso delle bacchette estensibili a molla. Sono inoltre semplicissime da montare o smontare.